Il successo del poker on line ha travolto il web. Soprattutto dopo la legalizzazione della modalità cash game, tutti vogliono provare l’adrenalina del tavolo verde. Giocare è divertente, ma vincere è tutt’altra cosa! I giocatori italiani stanno raggiungendo livelli di abilità elevati e, se fino qualche anno fa anche un principiante poteva vincere qualche spicciolo, oggi portare a casa il risultato è molto più difficile.

Per questo motivo le nostre sole skill di poker player non bastano più, ed è così che la quasi maggioranza dei giocatori di poker ha iniziato a ricorrere all’uso di software per facilitare le sessioni di gioco online. I software più famosi sono Poker Tracker e Hold’em Manager, ma in commercio se ne trovano davvero tanti, studiati per ogni possibile esigenza.

La funzione fondamentale di questi poker-software è di tenere traccia del nostro gioco. Puntiamo troppo o chiamiamo troppo poco? Analizzando le statistiche fornite dal software ci renderemo conto se il nostro stile di gioco è vincente o no, e se stiamo sbagliando qualcosa, il tracker ce lo segnala e ci aiuta a correggere l’errore. Inoltre, questi programmi creano un archivio dei giocatori che incontriamo ai tavoli. Se giochiamo sempre sulla stessa poker room e agli stessi livelli, sarà facile che i nostri avversari siano più o meno sempre gli stessi. E allora prendiamo nota delle peculiarità di queste persone. Il poker è un gioco di informazioni mancanti e avere una database ricco di informazioni sui nostri opponents è un vantaggio notevole.

Il panorama dei software di poker è davvero vasto, esistono programmi in grado calcolare le odds, che stabiliscono le percentuali di vittoria di ciascuna mano iniziale, addirittura che ci dicono quando stiamo esagerando ed è ora di smettere. Insomma, ce n’è per ogni gusto ed esigenza. La critica dei professionisti del poker verso questi programmi è che tolgano la sicurezza al giocatore. Probabilmente è vero, ma se c’è di mezzo un bel bankroll, meglio non rischiare!