L’invenzione di Hitachi potrebbe costituire un grandissimo passo in avanti verso la memorizzazione eterna; infatti l’azienda è riuscita a produrre un piccolo vetro con proprietà fisiche, elettriche e magnetiche tali da potervi immagazzinare dati e preservarli per milioni di anni.

Ulteriori dettagli

Il supporto consiste in un vetro al quarzo, molto robusto; il vetro, di due centimetri per lato, è resistente all’acqua ed al calore. Diversi test hanno evidenziato come riesca a resistere ad una temperatura di 1000° C per oltre 2 ore.

Inoltre preserva i dati anche alle rotture, dato che questi sarebbero sempre recuperabili anche se il vetro dovesse rompersi.

Dal punto di vista tecnico, il supporto consente una densità di dati superiore a quella del CD (40 MB per pollice contro i 35 MB del CD), mentre la masterizzazione viene effettuata in modo analogo con un laser che incide i 4 strati del vetro con punti di focalizzazione differenti.

Per quanto riguarda la lettura dei dati, bisogna usare un microscopio ottico.

Hitachi – Anteprima supporto di memoria eterno

Hitachi ha dichiarato che il supporto sarà pronto per il mercato entro il 2015, anche se non sarà offerto fin da subito su larga scala, ma saranno contattate prima le aziende e tutti gli enti che hanno molti dati sensibili o importanti e che quindi potrebbero essere molto interessate ad un supporto con tali capacità.

Il costo, stando alle anticipazioni, potrebbe rivelarsi piuttosto alto; in ogni caso, dovremo attendere almeno altri 3 anni prima di poterlo toccare con mano.

Collegamenti utili