Metroweb svela il piano per rendere la fibra ottica da 100 Megabit una realtà per molte città italiane. Tutto ciò dovrebbe avvenire entro il 2015. Dovrebbe appoggiarsi a Telecom e altri operatori e il costo complessivo si aggirerebbe intorno ai 4,5 miliardi. Secondo l’AD hanno “individuato le 30 città da cablare entro il 2015, poi ci sarà la migrazione dei clienti in altri tre anni circa”.

Ovviamente la gran parte del lavoro sarà svolta da Metroweb che dislocherà le reti in fibra passiva ma, saranno gli operatori TLC che provvederanno autonomamente ad implementare i propri servizi. Entro il 2015 quindi Genova, Torino, Monza, Como, Bergamo, Brescia, Verona, Vicenza, Padova, Udine, Trieste, Venezia, Reggio Emilia, Modena, Bologna Ancona, Pescara, Foggia, Bari, Taranto, Reggio Calabria, Prato, Livorno, Firenze, Roma, Napoli, Salerno, Messina, Catania e Palermo saranno attrezzate di reti in fibra che arriveranno direttamente nelle case.

Progetto Metroweb

Questa, ovviamente, sarebbe un grande passo avanti per l’Italia che potrebbe portare entro il 2020 a un accesso a internet a 30 Mbps per tutti e a 100 Mbps per la metà delle famiglie. Quello che non si deve sottovalutare, inoltre, è l’aspetto economico. 4,5 miliardi per un progetto sono davvero tanti, ma Metroweb ha dalla sua parte anche Intesa Sanpaolo e più avanti si dovrebbero aggiungere Fastweb e Vodafone.

Collegamenti utili