Il RIPE NCC (Réseaux IP Européens Network Coordination Centre), l’organizzazione che assegna gli IP in Europa, ha annunciato che sono ormai quasi terminati gli IPv4.

Quindi da oggi in poi si dovrà cominciare ad usare i nuovi IPv6, che quindi saranno distribuiti al posto dei vecchi indirizzi.

Ulteriori dettagli

Ad essere precisi, è ancora disponibile l’ultima trance di indirizzi, circa 17 milioni, che saranno assegnati ad esaurimento esclusivamente agli operatori di rete iscritti al RIPE oppure al LIR (Local Internet Registry).

Gli IP potranno essere richiesti solamente una volta ed al massimo in un pacchetto da 1000 indirizzi, dopodiché si chiuderà definitivamente con i vecchi IPv4.

Grafico esaurimento IPv4 – RIPE NCC

In ogni caso, non ci sarà alcun disagio per gli utenti. Infatti per un primo periodo di tempo gli IPv4 continueranno a coesistere con gli IPv6, in attesa di una transizione che probabilmente sarà indolore; basta ricordare al primo test di passaggio globale che si è tenuto qualche mese fa, in cui furono coinvolti tutti i maggiori network con un gran risultato positivo.

Stando alle statistiche, non dovremmo sentire l’esigenza dell’aggiornamento prima del 2014 o forse anche più tardi. E, per ora, si potrà ancora far fronte e navigare tranquillamente con gli attuali IP.

Comunque il passaggio sta cominciando; fra un paio di anni avremo una rete che sarà interamente su IPv6, risolvendo il problema del numero degli indirizzi disponibili.

Collegamenti utili