Una ricerca sudcoreana ha sviluppato un nuovo materiale per batterie che dovrebbe essere in grado di consentire tempi di ricarica brevissimi rispetto alle attuali batterie agli ioni di litio.

La ricerca è avvenuta all’Ulsan National Institute of Science and Technology; il primato sarebbe stato raggiunto con una modifica nel processo produttivo.

Ulteriori dettagli

Le attuali batterie agli ioni di litio sono fatte con nanoparticelle disposte in una struttura densa e multi-strato in grado di trattenere e rilasciare energia.

La ricarica viene effettuata gradualmente, passando dagli strati più esterni a quelli più interni del materiale.

Con la nuova tecnologia sviluppata, invece, le nanoparticelle che formano la batteria vengono passate in una soluzione a base di grafite, quindi vengono carbonizzate per formare una rete di conduttori collegati agli elettrodi della batteria. In tal modo la ricarica avviene in modo simultaneo per tutte le particelle, senza dover passare strato dopo strato.

Stando alla sperimentazione, si potrebbero avere tempi di ricarica dell’ordine dei minuti, oscillanti tra 1/30 e 1/120 rispetto ai tempi attuali.

I dettagli della ricerca sono stati pubblicati nell’articolo “Carbon-Coated Single-Crystal LiMn2O4 Nanoparticle Clusters as Cathode Material for High-Energy and High-Power Lithium-Ion Batteries” nell’edizione internazionale della rivista scientifica Angewandte Chemie.

Collegamenti utili