Steam, la famosa piattaforma per la distruzione di videogiochi in formato digitale per PC, Mac e prossimamente anche per Linux, ha annunciato che a partire dal 5 settembre inizierà a vendere anche ogni genere di applicazione per PC e forse anche Mac e Linux. Infatti si legge nel comunicato ufficiale:

Più titoli software verranno aggiunti in modo continuativo dopo il lancio del 5 settembre, e gli sviluppatori saranno i benvenuti nel sottoporre le applicazioni via Steam Greenlight.

Sarà quindi possibile acquistare ogni tipologia di software, da quelli creativi a quelli produttivi, beneficiando ovviamente dei vantaggi offerti da Steam, ossia la tecnologia cloud, il backup online, l’aggiornamento automatico e la possibilità di accedervi da qualsiasi parte ed in qualsiasi momento.

Steam

Una sfida contro Microsoft?

Stando a quanto affermato Mark Richardson, dai vari sondaggi effettuati è risultato che i 40 milioni di videogiocatori che utilizzano la piattaforma Steam desiderano poter accedere, oltre ai giochi, anche alle varie applicazioni tradizionali. Ma considerando l’imminente uscita di Windows 8 ed il suo relativo store, sembrerebbe che questa scelta voglia essere una vera e propria sfida nei confronti di Microsoft.

Considerando poi le dichiarazioni risalente al mese scorso di Gabe Newell, cofondatore ed amministratore delegato di Valve,  viene reso decisamente più chiaro il quadro della situazione:

Penso che Windows 8 sia una specie di catastrofe per tutti nel settore PC. Ritengo che perderemo alcuni OEM di primo piano, che usciranno dal mercato. I margini di diverse aziende saranno distrutti. Se ciò che penso si dimostrerà vero, sarà una buona cosa avere delle alternative per proteggersi da questa eventualità.

Staremo ora a vedere quali saranno le prime software house che supporteranno Steam e come si comporteranno i partner storici di Microsoft.

Collegamenti utili