Il New York Times ha svelato che, durante la conferenza del Google I/O, è stato presentato un rivoluzionario browser game che ha sorpreso tutti i partecipanti, tale gioco prende il nome di Strike Fortress.

Sviluppato da Electronic Arts, Strike Fortress si presenta come un classico shooter multiplayer ad ambientazione fantascientifica, dove si viene immedesimati in un pilota di Mech, ossia dei piccoli robot armati ispirati alle serie Robotech e Gundam ed alle saghe di Battletech e MechWarrior.

Realizzato in JavaScript e HTML5

Ciò che ha lasciato tutti un po’ a bocca aperta non riguarda la qualità grafica, il gameplay, gli effetti grafici e sonori o il livello di intrattenimento, ma il fatto che tale videogioco è stato interamente sviluppato sfruttando le potenzialità dell’HTML5 in combinazione con JavaScript (Web Audio API, Web Sockets (with node.js), WebGL, ecc…).

Grazie a tali strumenti, la fase di sviluppo non è risultata molto difficoltosa, infatti il gruppo di 11 studenti che ha realizzato tale browser game ha impiegato circa 5 mesi.

Data di uscita

Strike Fortress attualmente risulta ancora una tech demo e funziona solo sul browser Google Chrome e su dispositivi con Android 4.0. Probabilmente il debutto di tale gioco, che non è un prodotto commerciale, potrà verificarsi entro i prossimi 12 mesi.

Una nuova era di browser game

Questo gioco ha dimostrato come sia possibile ottenere browser game di altissima qualità con costi di sviluppo ridotti grazie all’utilizzo dell’HTML5 che riesce a gestire senza problemi anche rendering complessi. Chissà se Strike Fortress sarà il primo di una lunga serie di browser game sviluppati con tale tecnologia, che li renderà giocabili sia su computer, che su tablet e smartphone, anche se su quest’ultimo la giocabilità potrà non risultare del tutto congeniale.

Collegamenti utili