Sony ha depositato un brevetto che spiega come inserire la pubblicità all’interno dei videogiochi. In pratica, le sessioni di gioco verrebbero interrotte da brevi spot pubblicitari, per poi riprendere.

Il sistema è similare a quello utilizzato all’interno dei video trasmessi su internet, ad esempio il sistema che usa YouTube con i suoi video, proponendo pubblicità prima delle fruizione del contenuto. La differenza sarebbe che in questo caso le pubblicità si troverebbero in mezzo al contenuto, durante il gioco.

Come dovrebbe funzionare?

Il principio di funzionamento è semplice: ad un certo punto del gioco viene mostrato un avviso che anticipa la comparsa dello spot. Quindi viene mostrata la pubblicità vera e propria.

Per la ripresa del gioco, si assisterà ad un piccolo rewind del gioco, in pratica un riavvolgimento degli ultimi secondi di gioco e quindi il gameplay riprenderà.

Schema esplicativo della tecnologia brevettata da Sony

L’idea risale addirittura al 2006, anche se ora questo brevetto la perfeziona e la esplica in modo chiaro; questo indica che Sony è molto interessata alla tecnologia e potrebbe anche proporla nel giro di qualche anno, magari per i giochi della prossima PlayStation 4. Anche se in questo settore il condizionale è d’obbligo e quindi bisognerà aspettare per saperne di più.

Per quali giochi?

Si pensa che grazie all’inserimento della pubblicità le aziende potrebbero ripagarsi in parte dei costi dei cosiddetti giochi free-to-play. Oppure potrebbe essere inserita nei giochi a pagamento per ridurne il costo iniziale.

Ovviamente a tutti fa piacere giocare gratis oppure pagare poco, ma c’è da considerare quanto potrebbe essere frustrante essere interrotti magari nel bel mezzo di un’azione difficile, con l’adrenalina a mille, e vedersi comparire davanti uno spot pubblicitario.

Come in ogni cosa, la Sony dovrà valutare bene i pro ed i contro di quest’idea.

Collegamenti utili