Stando ad una intervista al VP di Microsoft Frank Shaw, sembra infatti che il CEO della Microsoft Steve Ballmer, si sia sbarazzato di penne, pezzi di carta e taccuini e abbia deciso di sostituirli con un “tablet” da 80 pollici con Windows 8 appeso alla parete del suo ufficio, anche se date le dimensioni più che tablet sarebbe più corretto parlare di lavagna.

Durante l’intervista fatta da Wired, Shaw ha infatti dichiarato:

Steve Ballmer ha un tablet da 80 pollici nel suo ufficio. Si è sbarazzato del telefono e del blocco per gli appunti. E’ touch ed è appeso alla sua parete. E’ la sua lavagna, la sua macchina per la posta elettronica ed è un dispositivo che vogliamo vendere.

Caratteristiche tecniche

Purtroppo non sono state rivelate le caratteristiche tecniche di tale dispositivo, l’unica informazione tecnica risulta appunto la dimensione del display da 80 pollici. Non è stato specificato nemmeno da chi sia stato costruito, ciò che è sicuro è che non si tratta né dell’Aquos Board recentemente presentato al CES 2012, né di una nuova versione di Surface della Microsoft.

In ogni caso, una volta perfezionato, non sarà commercializzato per i consumatori, ma Shaw non esclude che nei prossimi anni possa essere proposto anche sotto forma consumer:

Fra due anni ci metteremo a ridere quando pensiamo ad uno schermo che non è un computer. Ogni schermo dovrebbe essere touch, ogni schermo dovrebbe essere un computer. E’ questa la strada che sta percorrendo il mondo e questi schermi stanno diventando grandi, piccoli, da parete e da scrivania” ha concluso Shaw.

Chissà, fosse un giorno potremmo realmente trovare lavagne simili appese anche nelle nostre camerette…

Collegamenti utili