Siete rimasti perplessi leggendo il titolo di questo articolo? Beh, avete capito bene, un SSD che si autodistrugge.

Detta così, l’idea potrebbe sembrare malsana, ma analizzando meglio il funzionamento di questo disco potreste accorgervi che non è poi così tanto bizzarra come sembra.

Caratteristiche principali

RunCore, azienda cinese specializzata nella produzione di SSD, in particolare per ambiti militari, aerospaziali e industriali, ha creato questo drive con uno scopo ben preciso: quello di garantire la massima sicurezza dei propri dati in qualsiasi circostanza, arrivando addirittura a distruggerli, se necessario, pur di garantirne la sicurezza.

Questa unità, infatti, ha come caratteristiche principali appunto la sicurezza e l’elevata resistenza, basti pensare che RunCore InVincible (è questo il nome dell’SSD) può lavorare senza problemi in un range di temperature che vanno dai -45° C ai +95° C.

Dal punto di vista prestazionale, non ha valori altisonanti; è dotato di interfaccia Serial ATA II con velocità di trasferimento in lettura di 240 MB/s e in scrittura di 140 MB/s, valori che risalgono agli SSD di qualche anno fa. Ma ovviamente non è questo un problema, dato che l’impiego di tale unità è decisamente settoriale e specifico per conservare dati che necessitano di assoluta sicurezza; quindi in tale contesto le prestazioni passano in secondo piano.

La caratteristica peculiare di questo modello, come anticipato sopra, è la presenza di un tasto per l’autodistruzione fisica del disco. In verità, i tasti presenti sono 2, uno verde ed uno rosso, ed hanno funzioni differenti.

Il tasto verde vi consente, premendolo, di cancellare in modo intelligente l’intero drive, sovrascrivendo ogni singolo settore con informazioni casuali.

Il tasto rosso, invece, autodistruggerà fisicamente i chip di memoria del disco, impedendo a chiunque anche di provare a risalire ai dati in essi contenuti; è la soluzione finale di emergenza per proteggere a tutti i costi i propri dati.

Potete vedere il video ufficiale realizzato da RunCore che mostra gli effetti della pressione dei due tasti.

Probabilmente questo non è il disco usuale per utilizzo domestico, infatti non è pensato per tali ambiti. Il suo settore principale di applicazione dovrebbe essere quello militare o industriale, in cui riuscire a proteggere i propri dati, i propri progetti o le proprie informazioni sensibili è di vitale importanza e quindi, in casi estremi, anche l’autodistruzione può essere una soluzione.

Anche se, in generale, potrebbe essere una soluzione adoperata da chiunque abbia dati riservati che necessitano di protezione e sicurezza totali.

Collegamenti utili