L’uscita del nuovo attesissimo Tomb Raider, che era prevista per l’autunno del 2012, è stata spostata al primo trimestre del 2013.

La notizia proviene dal forum ufficiale di Eidos Games, dove è stato pubblicato un messaggio da parte di Darrell Gallagher, direttore di Crystal Dynamics, alla Community di Tomb Raider:

“Quando Crystal Dynamics decise di riavviare il franchise Tomb Raider, furono stabiliti due obiettivi che ci erano estremamente a cuore. Il primo era quello di creare un Tomb Raider moderno in grado di sorprendere ed entusiasmare i giocatori. Il secondo era quello di renderlo il miglior gioco delle nostre carriere, cosa che ci avrebbe resi orgogliosi di averne fatto parte. Crediamo davvero di avere qualcosa di molto speciale tra le mani e non vediamo l’ora di condividere con voi quanto abbiamo realizzato.

La nostra priorità è assicurarci di distribuire un gioco con la massima qualità possibile. Per farlo abbiamo deciso di spostare l’uscita del titolo di alcuni mesi, dall’autunno 2012 al primo trimestre del 2013.

Con questo gioco stiamo facendo cose che sono completamente nuove per la serie Tomb Raider e il maggior tempo dedicato allo sviluppo ci permetterà di apportare gli ultimi ritocchi per far raggiungere al gioco il livello che vi meritate. Crediamo che questa sia la scelta giusta e garantiamo che varrà l’attesa. Il gioco è incredibile e ve lo mostreremo all’E3 tra poche settimane.”

Primi dettagli

Attualmente siamo a conoscenza solo di alcune caratteristiche di questo nuovo entusiasmante Tomb Raider che sarà disponibile per PS3, Xbox 360 e PC.

Come mostrato anche dal video, la storia narrata in questo nuovo titolo è quella di una giovane e razionale Lara Croft che ha appena terminato gli studi universitari. Durante una spedizione sulla nave Endurance avviene un incidente e la nave affonda vicino a un’isola sperduta, nello stesso mare che bagna le coste del Giappone. Lara rimane l’unica sopravvissuta al naufragio.

Una nuova Lara molto più umana

A differenza dei precedenti titoli, il personaggio di Lara Croft è stato sviluppato da zero. Infatti risulterà molto più umana, la vedremo sanguinare, soffrire e combattere per la sua sopravvivenza, e meno supereroina, non la vedremo più fare capriole e salti disumani.

Istinto di sopravvivenza

L’unica abilità di cui sarà dotata Lara è l’istinto di sopravvivenza. Premendo un tasto sarà possibile attivare una vista speciale che evidenzierà in giallo gli indizi interessanti e occulterà tutto il resto rendendolo in bianco e nero. In tal modo Lara sarà in grado di seguire tracce normalmente invisibili agli occhi, consentendole ad esempio di seguire le impronte di un lupo per riuscire ad arrivare ad un medikit, anche se poi bisognerà fare i conti con il lupo…

Enigmi ancora più complessi

Oltre alla presenza di un’interfaccia grafica minimale, che evidenzierà solo alcuni pulsanti oppure oggetti che possono essere bruciati, gli enigmi risulteranno più difficili rispetto al passato. Non si risolveranno semplicemente osservando l’ambiente circostante, ma bisognerà sfruttare la gravità, gli esplosivi oppure interagire con l’ambiente mediante l’utilizzo dell’acqua e del fuoco. Inoltre la difficoltà risulta aumentata anche a causa del maggior utilizzo delle leggi fisiche.

Un nuovo motore grafico

Troveremo inoltre un’esperienza di gioco ancora più coinvolgente grazie al nuovo motore grafico chiamato Crystal Engine, che potenzierà e renderà più realistiche sensazioni come ad esempio l’ansia e la claustrofobia, mentre grazie ai movimenti cinematografici della telecamera verso il viso di Lara sarà possibile vedere il dolore nel suo volto. Inoltre le transizioni tra sequenze di gioco e filmati sarà quasi invisibile.

Da cosa è stato ispirato Tomb Raider?

In questo titolo di Tomb Raider sono presenti diverse citazioni provenienti da film e videogiochi. Possiamo infatti ritrovare la fisica di Half Life 2, l’atmosfera di Uncharted, la “vista dell’aquila” di Assassin’s Creed, la storia delle origini della protagonista come in Batman Begins, la sofferenza del film 127 ore e infine anche l’ambientazione e la sciagura (anche se navale) del telefilm Lost.

Collegamenti utili

Immagini