Finora tutti i videogiocatori sono stati abituati ad usare classici joypad, sia per console sia per computer, con la sola vibrazione per simulare e rendere maggiormente realistico il gioco.

La vibrazione viene generata da un semplice motorino inserito nel dispositivo che, quando viene azionato in seguito a qualche azione nel gioco, fa vibrare il joypad con intensità variabile. In tal modo il realismo di particolari azioni compiute nel gioco è aumentato, come ad esempio nei giochi di guida la vibrazione prodotta guidando su zone sterrate oppure andando fuori pista.

Purtroppo solamente una vibrazione non è sufficiente a riprodurre al meglio tutte le sensazioni che i videogiochi sono in grado di generare, mentre un joypad con force feedback potrebbe assolvere al meglio tale funzione.

All’Università dello Utah un gruppo di ingegneri ha progettato un controller di questo tipo, il quale non si limita solamente a vibrare, ma addirittura muove la pelle sotto le proprie dita per dare informazioni sull’ambiente circostante e sensazioni direzionali.

L’aspetto del joypad è abbastanza ordinario, se non fosse che ad un’attenta analisi si possono notare piccole sporgenze al centro dei tasti direzionali; sono proprio questi piccoli aggeggi che, muovendosi autonomamente dal contorno, riescono a trasmettere le sensazioni di spostamenti sotto le dita dell’utilizzatore.

Stando alle parole del professore William Provancher, questi nuovi controller potrebbero essere messi in produzione fra un paio di anni, quando usciranno tutte le maggiori console di nuova generazione.

Chissà che qualche famosa azienda non decida di adottare questo nuovo brevetto…

Collegamenti utili