Timelapse è un progetto che vede coinvolti Google, NASA, TIME e U.S. Geological Survey (USGS) e si pone come obiettivo quello di raccogliere il più grande database di immagini del nostro pianeta con i suoi cambiamenti degli ultimi 30 anni. Google spiega il tutto sul suo blog ufficiale:

Stiamo pubblicando immagini del pianeta scattate nell’ultimo quarto di secolo dallo spazio, le abbiamo compilate per la prima volta in un’esperienza time-lapse interattiva. Crediamo che questo sia il quadro più completo del nostro pianeta che cambia mai messo a disposizione del pubblico.

Maggiori dettagli

Le immagini sono davvero tantissime, si parla di milioni, principalmente scattate dai satelliti e sono state collezionate in collaborazione dalla NASA e dall’USGS a partire dal 1970; si possono vedere cose incredibili, come ad esempio la creazione delle Palm Islands di Dubai, il ritiro del ghiacciaio Columbia in Alaska, la deforestazione dell’Amazzonia brasiliana e la crescita urbana di Las Vegas. Ora grazie a Google sono diventate di dominio pubblico: infatti attraverso la tecnologia Google Earth Engine, “sono state analizzate 2.068.467 immagini, per un totale di 909 terabyte di dati per trovare gli scatti a più alta qualità (ad esempio quelli senza nuvole), per ogni anno dal 1984 e per ogni posto sulla Terra. Abbiamo poi compilato queste enormi immagini planetarie, 1.78 terapixel ciascuna, una per ogni anno”. Queste immagini enormi della Terra, viste di seguito, ci mostrano lo sviluppo anno per anno di ogni zona, dandoci un’idea dell’evoluzione e della trasformazione apportata dalla natura e dall’uomo sul nostro pianeta. Il risultato è quello che potete vedere sul sito dedicato al progetto sul portale TIME oppure direttamente sulla piattaforma Google Earth.

Collegamenti utili