Canonical ha da pochi giorni reso disponibile la nuova versione di Ubuntu, precisamente la 13.04, conosciuta anche con il nome in codice Raring Ringtail. Infatti come Kubuntu, Xubuntu, Edubuntu, Lubuntu, Ubuntu Studio, Ubuntu GNOME e Ubuntu Kylin, anche Ubuntu è quindi passata alla versione 13.04, basata sul kernel 3.88 e presenta diversi miglioramenti, infatti sono stati effettuati dei lavori di ottimizzazione e pulizia che consentiranno ad Ubuntu di ottenere migliori prestazioni, specialmente sui computer più moderni.

Ubuntu 13.04 Raring Ringtail

Ubuntu 13.04 Raring Ringtail

Miglioramenti introdotti

Il nuovo Ubunti 13.04 si avvicina ulteriormente all’integrazione tra ambiente desktop e mobile e presenta miglioramenti su diversi aspetti:

  • Unity, l’ambiente desktop predefinito di Ubuntu presenta ora nuove animazioni, funzionalità e risulta essere anche più veloce, in tal modo l’esperienza utente risulta essere più semplice, fluida e piacevole. Inoltre il funzionamento di tutti i suoi componenti principali è stato rifinito e perfezionato.
  • Preview, la nuova funzione di Unity introdotta già dalla precedente versione di Ubuntu, permette ora di accedere, oltre alle informazioni su file e cartelle, anche a quelle riguardanti applicazioni installate o installabili.
  • Launcher, la barra laterale consente ora di accedere alle varie applicazioni preferite o in esecuzione in modo più semplice, e dispone anche di una nuova e migliore gestione delle finestre multiple.
  • Lens, migliorate anche le viste che permettono di accedere in modo rapido ad applicazioni e file, infatti sono ora più efficaci nel presentare dati e informazioni rilevanti riguardo musica, foto, video, documenti e applicazioni.
  • LibreOffice 4.0, con la nuova versione di ubuntu sarà presente la nuova versione della suite LibreOffice.

Infine dalla Dash sarà ora possibile gestire e lanciare programmi, aprire file e cartelle, riprodurre file audio e video, inviare file via email senza dover avviare le relative applicazioni.

Nel video seguente verranno mostrati le principali caratteristiche di Ubuntu 13.04.

Svelato il nome in codice di Ubuntu 13.10

Altra interessante notizia riguarda l’annuncio dal boss di Canonical Mark Shuttleworth riguardo al nome del prossimo Ubuntu. La versione 13.10 che dovrebbe debuttare ad ottobre si chiamerà Saucy Salamander.

Come dichiarato da Shuttleworth la salamandra è una delle creature più magiche della natura perché rappresenta un forte indicatore di un ambiente incontaminato:

Si tratta di un modo che ritengo appropriato per descrivere il mondo emergente intorno Ubuntu Touch – nuove applicazioni, un nuovo SDK e una splendida interfaccia pulita.

Collegamenti utili