Alcuni ingegneri Google, insieme ad un team universitario, stanno sviluppando una soluzione per offrire un maggior grado di sicurezza agli utilizzatori del browser Chrome.

Si tratta del progetto CAMP (Content-Agnostic Malware Protection), una particolare forma di antivirus che riconoscerebbe oltre il 99% dei malware attualmente in circolazione.

Ulteriori dettagli

Google CAMP farà a meno del motore euristico e del database di firme dei malware, dato che sarà interamente on the cloud, ossia funzionerà senza sprecare risorse del sistema, ma semplicemente inviando dati ad un server.

In pratica, è molto simile agli altri servizi offerti da Big G. In ogni caso, non servirà inviare molti dati di continuo ad un server, ma basteranno poche informazioni di tanto in tanto.

Google CAMP non sostituirà gli attuali antivirus, almeno non per ora; è pensato per essere integrato all’interno di Google Chrome (forse in futuro anche in Android) e porsi come filtro tra internet ed il sistema operativo utilizzato.

Per ora il prodotto è ancora in fase di test, ma stando alle prime indiscrezioni sarebbe già molto avanzato e quasi sviluppato.

Quando potremo usarlo?

Non si sa ancora quando avverrà il rilascio ufficiale, ma comunque dovrebbe essere a breve. Probabilmente sarà inglobato in una delle prossime release del browser Google Chrome durante uno dei prossimi aggiornamenti.

Collegamenti utili