Siamo giunti a Windows 8 dopo essere passati per 7 e Vista; ed intanto Windows XP è sempre stato lì, a detenere la sua quota di mercato (superato solo l’anno scorso da Windows 7).

Ora sembra giunta la sua fine, almeno sulla carta. Infatti esattamente tra un anno Microsoft chiuderà il supporto a Windows XP.

Ulteriori dettagli

Il supporto ufficiale terminerà il 7 aprile 2014. Dopo questa data, non vi saranno più aggiornamenti per Windows XP ed inoltre chi vorrà supporto specifico dovrà pagarlo caramente: secondo la società di ricerca Gartner questo servizio costerà tra 200.000 e 500.000 dollari l’anno.

Dopo 12 anni probabilmente è giunta l’ora, anche per i più affezionati, di passare a sistemi operativi più moderni e maggiormente evoluti. Tra l’altro, la longevità di questo sistema operativo è stata molto lunga: basti pensare che l’ultimo Service Pack, il terzo, è stato pubblicato nel 2008, ossia dopo 7 anni dall’uscita.

Il declino di Windows XP

Nel 2008 Windows XP era installato sull’80% dei computer nel mondo. Con l’uscita di Windows 7, molti sono passati avanti e tale percentuale è andata via via calando fino al sorpasso avvenuto lo scorso anno.

Ora, ad un anno dalla pensione, vi è ancora un 21% di utenti che lo utilizza assiduamente, come rivelato dalle statistiche di StatCounter.

Probabilmente il numero scenderà ancora nei prossimi mesi, ma possiamo dire con una discreta sicurezza che vedremo questo sistema operativo in giro ancora per molto tempo, sicuramente ben oltre il termine del supporto ufficiale di Microsoft.

Collegamenti utili