La notizia era nell’aria da qualche giorno, ma la conferma è arrivata addirittura dal direttore della sicurezza informatica di Twitter, Bob Lord: 250mila utenti, pari all’ 8% circa degli iscritti al social network dei cinguettii, è stato attaccato da esperti hacker, in modo sofisticato. L’attacco, dice Lord, è stato limitato grazie all’intervento del team per la sicurezza di Twitter, altrimenti gli hacker avrebbero aumentato il raggio di portata della loro offensiva. Probabilmente è stato sfruttato qualche bug dei Java, software Oracle oramai installato su tutti i PC, grazie al quale gli hacker sono riusciti “potenzialmente” ad entrare in possesso di dati sensibili degli utenti, oltre che ovviamente alla password personale. Immediatamente gli utenti colpiti sono stati avvisati via mail, e le loro password sono state, precauzionalmente reimpostate, invitando gli utenti stessi a modificarle .

Secondo indiscrezioni gli attacchi non sono terminati, infatti si pensa che i prossimi obiettivi potranno essere grandi testate giornalistiche mondiali e nazionali, quindi l’allerta è sempre alta. Noi , da parte nostra, vi consigliamo di usare sempre password molto difficili da carpire, quindi usando caratteri sia minuscoli che maiuscoli, intervallati da segni di interpunzione e caratteri speciali, di cambiare spesso password, di usarne una diversa per ogni servizio, che sia di mail, social network o iscrizione ai siti, e di non usare reti internet non protette.